Super Spagna vola in semifinale: 2-0 alla Francia!

by · June 23, 2012

La Spagna viola il tabù Francia, confermandosi come una delle grandi favorite per il successo finale al campionato europeo: transalpini battuti per la prima volta nella storia in partite ufficiali e pass per le semifinali meritatamente conquistato, dove ci sarà uno scoppiettante derby iberico contro il Portogallo di Cristiano Ronaldo. Le scelte iniziali dei due tecnici soprendono: come contro l’Italia, Del Bosque schiera un attacco senza punte di ruolo, mettendo a sedere Torres e “inventando” Cesc Fabregas al centro dell’attacco, in alternanza con Silva e Iniesta.  

Anche Blanc è in vena di sorprese, schierando una inedita linea di tre mezze punte che comprende Ribery,  Malouda e a sopresa Debuchy, con Benzema a cui vengono nuovamente affidate le chiavi dell’attacco. Si parte ed è subito Spagna che,come previsto, comincia a dettare i ritmi e a imporre il proprio predominio territoriale. Il pressing alto dei centrocampisti spagnoli, unito alla solita abilità nel controllo della palla, mette subito alle corde la difesa francese: la logica conseguenza del tema tattico è il vantaggio dei campioni del mondo al 18’: Jordi Alba scende sulla sinistra, imbeccato da un assist geniale del solito Iniesta, cross per Xabi Alonso che solo davanti a Lloris schiaccia di testa in rete. Il vantaggio disorienta i transalpini che subiscono il ritmo indiavolato degli uomini di Del Bosque, con Silva che imperversa sulla destra e “asfalta” il malcapitato Clichy, non riuscendo per un soffio a servire a centro area un pallone che andava soltanto ribadito in rete. Il primo tempo sancisce il netto predominio tecnico tattico da parte degli spagnoli: a dimostrazione di ciò, basti pensare che il primo vero pericolo dei bleus arriva soltanto al 37′, con Ribery che scodella un cross interessante liberato dalla difesa iberica.

Xabi Alonso spagna francia

Nel secondo tempo serve un’altra Francia e forse qualche cambio per far girare la partita: la scelta di Blanc di lasciare fuori Nasri e Menez, alla prova dei fatti, non ha portato alcun risultato. Ma anche nella ripresa la musica non cambia: la Spagna controlla agevolmente le velleità degli uomini di Laurent Blanc e  la prima seria fiammata arriva soltanto al 60′ con Debuchy che, ispirato da un cross di Ribery, conclude alto di testa da buona posizione. Un minuto dopo inizia la girandola di sostituzioni: dentro Menez e Nasri, fuori Debuchy e Malouda. Del Bosque, dal canto suo, spariglia le carte in attacco lanciando nella mischia Torres e Pedro per Fabregas e Iniesta. Al 68′ Debuchy salva alla disperata su un cross del neo entrato Pedro, sul quale era pronto Torres a ribattere in rete: due minuti dopo è grande Casillas a intercettare un insidiosissimo cross basso di Ribery, bravo a penetrare in area eludendo Arbeloa. I minuti corrono e la Francia prova a premere, anche se in maniera sterile e poco convinta. Entra anche Giroud per M’Vila, con i transalpini che adesso giocano con quattro attaccanti; a dieci minuti dalla fine, però, è ancora la Spagna pericolosa con una provvidenziale quanto tempistica di Lloris su Torres: intervento da applausi dell’estremo difensore, ma l’arbitro italiano Rizzoli aveva già fischiato il fuorigioco. Si aspettano gli ultimi disperati assalti dei bleus, ma proprio allo scoccare del 90′ la Spagna sancisce la sua netta superiorità: gran passaggio filtrante del neo entrato Cazorla, numero di Pedro in area di rigore che, dopo aver eluso Rami con un numero d’alta classe, viene falciato da Reveillere. E’ rigore, magistralmente trasformato da Xabi Alonso: il 2-0 sancisce il tripudio spagnolo e rappresenta una severa lezione per la nazionale francese. Del Bosque, pur non schierando punte di ruolo, ingabbia i rivali nella solita rete del tiki-taka e, stordendo i rivali, li ha colpiti letalmente due volte.

Una grande lezione di calcio e un chiaro avviso al prossimo avversario, il Portogallo di Cristiano Ronaldo: i “campioni di tutto” hanno ancora fame e una grande voglia di battere record su record.

Spagna (4-3-3): Casillas; Arbeloa, Piquè, Ramos, Jordi Alba; Xavi, Busquets, Alonso; Silva (20st- Pedro), Fabregas (22’st Torres), Iniesta (39’st Cazorla). Allenatore: Del Bosque

Francia (4-1-4-1): Lloris; Reveillere, Rami, Koscielny, Clichy; M’Vila (34′ st Giroud), Cabaye; Debuchy (19’st. Menez), Malouda (20’st. Nasri), Ribery; Benzema. Allenatore: Blanc

Stadio: Donbass Arena di Donetsk

Marcatori: 18′ e 90′ Xabi Alonso

Giorgio Tosto

 

 

 

 

 

Commenta