La Repubblica Ceca rialza la testa:Grecia battuta 1-2

by · June 12, 2012

Dopo la batosta rimediata per mano della Russia nel giorno inaugurale di Euro 2012, la Repubblica Ceca di Michal Bilek centra la vittoria nel secondo turno del girone A, sconfiggendo meritatamente per 2-1 la Grecia del coach portoghese Fernando Santos. L’avvio è di quelli che lasciano a bocca aperta. La formazione capitanata dal “piccolo Mozart” Tomas Rosicky va a segno due volte nei primi sei minuti di gioco, mettendo i giocatori greci letteralmente alle corde e gettando nello sconforto i numerosi tifosi giunti sino a Breslavia. Al 3° va a segno Jiracek, che è bravo a sfruttare un’intelligente verticalizzazione di Hubschmann e a battere freddamente l’incolpevole Chalkias.  Partita sbloccata immediatamente e Grecia colpita a freddo. La nazionale capitanata da Karagounis viene letteralmente affondata tre minuti più tardi quando Rosiscky serve magicamente sulla destra Gebre Selassie che mette un cross basso sul quale Pilar si avventa come un falco e insacca la palla in rete. Seconda rete della Repubblica Ceca, secondo centro personale del giovane attaccante del Viktoria Plzen.

La gara si mette malissimo per la Grecia che però tarda a reagire. Al ventesimo il portiere Chalkias è costretto ad uscire per problemi muscolari ed entra al suo posto il secondo estremo difensore, Sifakis.  Poco altro da segnalare nel primo tempo, se non la botta insidiosa dai 20 metri di Rosicky, che Sifakis devia in corner. L’unico vero sussulto avviene a 4 minuti dal termine della prima frazione di gioco, quando viene annullato un goal di testa a Fotakis. Difficile valutare la correttezza del fuorigioco, nemmeno il replay chiarisce del tutto i dubbi.

Cech repubblica ceca

Nella seconda frazione di gioco, lo spettacolo è meno vivo e interessante. La Grecia non riesce a pungere come dovrebbe, la manovra ceca cala d’intensità, ma la squadra è complessivamente brava ad addormentare il gioco. Proprio nel momento di maggiore noia del match, succede quello che non ci si può aspettare; succede che uno dei più forti portieri del mondo come Petr Cech perde goffamente la presa di un comodo pallone e regala di fatto il goal dell’1-2 alla Grecia, realizzato da Gekas. Non succede praticamente più nulla fino alla fine del match poichè entrambe le squadre non arrivano più alla conclusione. I greci restano incollati ad un punto dopo due partite e iniziano a guardare concretamente alla triste possibilità di preparare le valigie verso casa. Dal canto suo, la Repubblica Ceca dimostra tutta la sua grinta e determinazione a continuare l’avventura agli europei di calcio. Esultano dunque tifosi e giocatori. Esulta e tira un bel sospiro di sollievo Peter Cech. La sua papera  non ha rovinato la festa ceca.

Gabriele Pulvirenti

Categoria: Grecia, news, Repubblica Ceca

Argomenti:

Discussion2 Comments

  1. Daniele S. says:

    Ceska republika nafurt

Commenta