Euro 2012: luci e ombre sull’Ucraina

by · May 2, 2012

A poco più di un mese dall’avvio dei campionati europei di calcio in Polonia e Ucraina, la naturale aspettativa e speranza di poter discutere esclusivamente di sport, di colori, di festa e di gioia, cade tristemente nel vuoto essenzialmente per due rilevanti problematiche di uno dei paesi ospitanti, l’Ucraina. Già da alcuni mesi era venuta alla luce l’atroce carneficina dei randagi  per “ripulire” le strade di  Kiev e dintorni. Da pochi giorni si discute invece con preoccupazione dei problemi legati alla tenuta democratica del paese e  alla situazione dal punto di vista della tutela dei diritti umani. In particolare, l’arresto dell’ex primo ministro Yulia Tymoschenko e le presunte violenze subite in carcere hanno sollevato un’ondata di polemiche e timori. Il cancelliere tedesco Angela Merkel ha annunciato che potrebbe non partecipare ad alcun match del campionato che si svolga in Ucraina, così come Josè Manuel Barroso, presidente della  Commissione europea. Addirittura la UEFA avrebbe ipotizzato uno slittamento di un anno dei campionati europei, salvo poi rettificare sostenendo che la suddetta ipotesi non aveva alcun fondamento.

Si tratta evidentemente di due problematiche molto diverse tra loro e nessuna delle due può essere presa sottogamba o ignorata. Paradossalmente, proprio una manifestazione sportiva e di festa ha portato alla luce queste drammatiche realtà che, purtroppo, riflettono problemi datati e strutturali del paese. Ciò che deve essere certo è che istituzioni come la UEFA e i capi di stato e di governo dei paesi europei hanno il dovere di elaborare delle soluzioni a queste problematiche. Per restare in tema, anche loro devono giocare una partita importante, non soltanto per assicurare che la festa e la bellezza del campionato di calcio venga preservata, ma anche per viverlo all’interno di un luogo “ripulito” dalle ingiustizie.

Gabriele Pulvirenti

 

Categoria: news, Ucraina

Argomenti: , ,

Discussion1 Comment

  1. Kirill di Ucraina says:

    Sono di Ucraina. io vorrei dare qualche consiglio per chi vole andare in Ucraina in auto.
    Polizia stradale sono bastardi morti di fame, come bisogno trattare se vi fermano:
    1 Registrare tutto discorso con vostro cellulare o video camera,(legge ucraino permette fare).
    2 legge ucraine permette non uscire dalla sua macchina e sopra tutto non andare in auto di polizia x che li chiederano di dare soldini.tutti carte polizotto deve fare d’avanti vostra finestra
    3 NON DARE SOLDI MAI,per legge force di ordine non po sono prendere soldi anche multe.Devono dare bollino da pagare in banca.
    4 devono dimostrare video o foto di vostro supero velocita o di quello che si trattera. Senza video o foto registrazione potete mandarle loro in cul…….
    5 Anche se farano multa non andare pagare x che Ucraina e Italia non hanno d’acordo per le multe stradale, in poche parole andate a casa e dimenticate, in Italia multa non arriva mai.
    6 Niente alcol. in ucraina limite 0,3 pero da posibilita di romper vi balle.
    7 Priparate video registratore per auto, in caso video po dimostrare che….

Commenta