Clamoroso a Genova: USA battono Italia 1 a 0

by · February 29, 2012

Al termine di un match complessivamente povero di emozioni, la fredda serata di Genova vede trionfare per 0-1 la formazione allenata da Jurgen Klinsmann, al cospetto di un’Italia apparsa troppo poco incisiva e per certi versi, arrendevole.

prandelli italia usa genova

Prandelli schiera un originale 4-3-1-2 che non regala quella brillantezza che era lecito attendersi. Oltre Buffon tra i pali, linea difensiva composta da Barzagli e Ogbonna al centro, Maggio a destra, Criscito a sinistra. A centrocampo la regia del gioco è affidata ovviamente ad Andrea Pirlo, coadiuvato da Nocerino e Marchisio, apparsi  entrambi sottotono.

In attacco Prandelli lancia un’inedita coppia composta da Matri e Giovinco, supportati da un Thiago Motta versione trequartista. Il primo tempo regala poche occasioni . L’Italia costruisce due palle goal rispettivamente al 5° e al 19° minuto con Thiago Motta e Giovinco, ma Howard neutralizza entrambi i tentativi. Al 36° minuto Buffon respinge coi pugni  una violenta ma centrale punizione di Dempsey.

Il gioco è molto spezzettato, gli azzurri faticano a costruire gioco e Prandelli decide di cambiare le carte in tavola.  Entrano in campo Chiellini e Montolivo al posto di Criscito e Nocerino. Ma al 54° Clint Dempsey gela Marassi approfittando di una difesa quantomeno impacciata e con un bel tiro ad incrociare sul quale Buffon non può arrivare.

Tre minuti dopo Prandelli rivoluziona il reparto offensivo, inserendo  la novità Borini per Matri e Pazzini per Thiago Motta. Il giovane attaccante della roma si mette subito in luce al 17°, con una conclusione coraggiosa ma centrale.  Al 25° entrano anche Abate e De Rossi per Maggio e Marchisio, ma è al 32° che gli azzurri costruiscono forse la più ghiotta occasione da rete del match: Dopo la solita verticalizzazione di Pirlo, Abate crossa basso e Pazzini viene anticipato di un soffio col pallone che finisce in calcio d’angolo. Il match cresce d’intensità ma i tentativi degli azzurri rimangono abbastanza sterili. Il sussulto finale arriva al primo minuto di recupero, quando dopo un bel fraseggio, arriva il gran tiro di Montolivo che però si spegne a lato.

Un’Italia apparsa complessivamente sotto la sufficienza. Prandelli avrà molto a cui pensare in questi cento giorni che ci separano dal debutto all’Europeo contro la Spagna.

Categoria: Italia, news

Argomenti:

Commenta